Biografia

Andrea Montepaone è nato il 21 novembre 1978 a Roma, dove vive tuttora, e ben presto ha dimostrato un’innata disposizione per la musica: ha iniziato a dodici anni gli studi di pianoforte e armonia con il M° Marco Albrizio, che ha guidato i suoi primi passi nel mondo della musica classica. Poco più tardi si è fatta strada in lui anche una notevole passione per il cinema che lo ha spinto, continuando comunque gli studi musicali, ad interessarsi fortemente a questa disciplina: è entrato infatti nella giuria del Premio David Scuola dell’Ente David di Donatello e ha ricevuto nel 1998 il primo premio per la migliore analisi cinematografica dall’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo collegata a tale ente.


Iscrittosi al corso di laurea in DAMS (Disciplina delle Arti, Musica e Spettacolo) della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Roma Tre dove si è laureato nel 2002 ed ha successivamente conseguito un dottorato in orchestrazione cinematografica, egli ha trovato finalmente la sua strada specializzandosi nella musica da film e coniugando quindi i suoi interessi. Nel 1999 l’incontro con il M° Stelvio Cipriani, celebre autore di colonne sonore, ha confermato questa sua vocazione e, sotto la guida del noto artista, ha intrapreso un perfezionamento in pianoforte e composizione acquisendo versatilità e solida preparazione. Grazie anche all’amicizia con il M° Gian Piero Reverberi, compositore e direttore del gruppo Rondò Veneziano, si è perfezionato inoltre nella tecnica della scrittura per orchestra. Ciò ha determinato la scelta di diffondere la musica da film allo scopo di far conoscere e apprezzare un genere all’epoca insolito nelle sale da concerto. 

È nato perciò il progetto “Note di cinema”, un concerto delle più importanti colonne sonore da lui arrangiate, che lo ha visto impegnato in diversi luoghi ed occasioni: dall’Estate Romana al Circolo Ufficiali di Piacenza fino al Palazzo Barberini di Roma e ad alcune prestigiose navi da crociera delle compagnie MSC e Costa, con positivi riscontri da parte del pubblico.

Ha iniziato così in quegli anni la sua attività di compositore e arrangiatore che lo ha portato ad occuparsi di tutti i generi, privilegiando comunque l’utilizzo degli strumenti tradizionali e dell’orchestra: musica da film, da commento televisiva, di scena, da camera, sinfonica, sacra. Nel campo cinematografico ha lavorato a diverse colonne sonore, tra cui “Nessuno mai” di Sara Paolini, “Lupin III The Fan-Movie” di Gabriel Cash, “Golpe all’alba D.O.C.” di Cristiano Ventura e “Il pesce pettine” di Maria Pia Cerulo, con Stefania Sandrelli. Nell’ambito dell’arrangiamento ha compiuto numerose elaborazioni di brani per esecuzioni concertistiche e per film e fiction di grande consenso di pubblico quali “Ho sposato uno sbirro” (2008), “Sotto il cielo di Roma” (2010), “Eroi per caso” (2011), “Don Matteo” 5 (2006), 6 (2008), 7 (2009) e 8 (2011). Nel 2015 ha pubblicato per le Edizioni Paoline l’album “Sinfonia Gregoriana”, in cui ha elaborato alcuni tra i più celebri canti gregoriani lasciando inalterate le melodie tradizionali ed accompagnandole con arrangiamenti orchestrali assai curati. In seguito la sua attività compositiva si è orientata in maniera particolare verso il mondo televisivo: nel corso degli anni ha pubblicato oltre venti raccolte discografiche di musiche, tra cui “Classico tensivo” e “Classico popolare”, che sono spesso utilizzate come commento per servizi giornalistici, sigle o spot pubblicitari e da programmi RAI quali “Porta a Porta”, “La vita in diretta”, “Unomattina”, “Linea Verde”, “A Sua immagine” e “Sereno variabile”.


Nel 2010 ha fondato l’Orchestra sinfonica Supernova selezionando musicisti di grande esperienza professionale provenienti da importanti orchestre italiane (Roma Sinfonietta, Orchestra Sinfonica di Roma, Nova Amadeus, Teatro dell’Opera di Roma, Orchestra Regionale di Roma e del Lazio…) e sviluppando con essa un repertorio cinematografico e leggero, adattandosi a qualsiasi evento in cui la musica riveste un ruolo fondamentale. Nei primi anni di attività tale orchestra ha partecipato a diversi concerti, tra cui alcuni organizzati con il sostegno di Roma Capitale, e ha svolto soprattutto attività in studio di registrazione: 

oltre ai numerosi album di Andrea Montepaone, ha inciso l’ultima colonna sonora di Manuel De Sica, composta per il film “L’altro Adamo” di Pasquale Squitieri, e la Messa “Dio ha tanto amato il mondo” di Marco Frisina.

Di rilievo, infine, anche le sue collaborazioni nell’ambito della musica leggera: nel 2008 con i Tiromancino, per i quali ha arrangiato e diretto la canzone “Il rubacuori” al 58° Festival di Sanremo, nel 2011 con Tony Renis, per il primo album del trio Il Volo, e nel 2014 con Dolcenera, per il Coca Cola Summer Festival di Roma.